L’Ali coinvolge gli Uffici Scolastici Provinciali, che assicurano un intervento sul territorio, e la Guardia di Finanza per contrastare le vendite di testi all’interno delle scuole da parte di personale docente e non docente.

La prassi, che ogni anno causa danni economici ingenti alle librerie e spesso si pone come una violazione delle normative fiscali, scavalca le competenze dei librai che svolgono il servizio di distribuzione capillare sul territorio in favore delle famiglie e degli studenti durante tutto l’anno, creando una situazione caotica e ingestibile.