Lettera aperta del Presidente Ali Confcommercio Ambrosini al Sindaco della Città di Orvieto  - La riflessione di Corrado Augias nella sua rubrica Le lettere (La Repubblica 28/11/2918). Pubblicata lettera Ambrosini nel Corsera del 06/12

Roma, 3 dicembre 2018
Prot. ff/125

Gentile Dottore
Giuseppe Germani
Sindaco della Città di Orvieto
Comune di Orvieto
Via Garibaldi, 8
05018 - Orvieto (TR)


Oggetto: Chiusura Libreria Dei Sette. Appello al Sindaco di Orvieto Giuseppe Germani.


Gentile sig. Sindaco,
torno a rivolgermi a Lei dopo aver appreso dalla stampa la conferma dell’
imminente chiusura della Libreria Dei Sette alla vigilia di Natale 2018, notizia già assunta agli onori delle
cronache nazionali per l’intervento di Susanna Tamaro prima e ripresa in questi giorni da Corrado Augias.
Spiace dover rilevare che una Città che ha nella cultura il suo punto di sicuro richiamo
internazionale non riesca ad individuare delle soluzioni che possano consentire alla Libreria Dei Sette e ai
suoi gestori, date le mutate condizioni di mercato, di continuare a svolgere quel prezioso servizio di
promozione culturale; riteniamo infatti che una libreria che chiude rappresenti una sconfitta per
l’amministrazione locale, alla quale spetta il compito di favorire la crescita di presidi a tutela del pluralismo
dell’informazione e della diffusione di cultura, quali sono le librerie, come pochissimi giorni fa ci ha
confermato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un’udienza a noi dedicata.
Le difficoltà del settore sono ampiamente note, così come ha ricordato un recente servizio del tg2
nel quale venivano richiamate le chiusure di importanti librerie nei centri storici delle nostre città; gli effetti
di quelle chiusure sono stati censiti nel 2016 e il dato è estremamente preoccupante, considerato che ben
13 milioni di italiani sono privi di una libreria nel comune di residenza, fatto questo che contribuisce al
declino socio-culturale del Paese.
La chiusura della Libreria Dei Sette avrebbe peraltro per noi librai italiani un valore simbolico
pesante dato che a Orvieto e a Riccardo Campino, uno dei titolari della Libreria, è legata la storia della Sli, la
Scuola Librai italiani, che 13 anni fa ha iniziato nella Vostra bellissima Città i suoi corsi di formazione.
Rinnoviamo quindi l’appello alla Sua Amministrazione affinché possano essere percorse tutte le
strade per evitare che Orvieto, i cittadini e i librai italiani perdano la Libreria Dei Sette.
Nel ringraziare per l’attenzione, restiamo in attesa di un’urgente risposta.
Cordiali saluti.
Paolo Ambrosini