Rafforzato dall’impegno manifestato dall’on.le Flavia Piccoli Nardelli e dall’on.le Sandra Zampa lo scorso 14 maggio alla 72^ Assemblea Nazionale Ali di Torino, il Gruppo di Lavoro Ali-SIL prosegue nel consolidamento delle posizioni comuni fra gli attori della filiera sulla revisione della Legge Levi, soprattutto in tema di riduzione dello sconto al pubblico e di regolamentazione delle promozioni editoriali.

Altro tema importante è quello della restrizione delle deroghe oggi previste dalla normativa, fino ad una definizione dettagliata del divieto di utilizzo di ogni genere di benefit in aggiunta allo sconto consentito e al potenziamento dei controlli sul territorio. Il percorso avviato ormai da diverso tempo insieme al Governo – afferma il Presidente Ali Alberto Galla dopo il recente incontro del Gruppo – sta confermando l’impegno di tutti per raggiungere una legge onnicomprensiva che ponga anche il nostro Paese in linea con la UE e con politiche nuove e più attente alla promozione della lettura e del lavoro delle librerie. Per fare questo – prosegue Galla – ribadisco che non può e non deve mancare il sostegno continuo e attivo della base dei colleghi che, come dimostrano le oltre 1200 firme fino ad oggi raccolte per l’appello dei librai italiani, sta condividendo il nostro lavoro.

  • Eventi (52)

  • News (230)

  • Associarsi (2)

    Associati all'Ali. Tanti privilegi per gli associati. 

    il 2020 è stato un anno molto difficile per il Paese e per le nostre imprese, ma anche un anno nel quale siamo riusciti ad ottenere alcuni importanti risultati per la categoria: approvazione e entrata in vigore della legge sul libro, riconoscimento del libro bene essenziale, aumento della dotazione del tax credit di cui finalmente hanno potuto beneficiare una platea ampia e realmente rappresentativa di librerie e infine gli acquisti delle biblioteche nelle librerie del territorio.

    Questi risultati hanno solo in parte consentito alle nostre imprese di limitare i gravi danni conseguenti alle misure per il contrasto della crisi sanitaria e per questo il 2021, oltre a lavorare per la conferma delle misure ottenute nel 2020, dovrà essere, soprattutto nella prima parte, focalizzato nel cercare di far comprendere alle istituzioni che i problemi non sono risolti e che vi sono ancora difficoltà nel nostro settore che se non rimossi possono determinare esiti pesanti per l’occupazione e per la presenza delle librerie nel territorio.

    Sostieni la nostra associazione, perchè con la partecipazione della tua impresa all’Associazione assieme possiamo cercare di affrontare e risolvere i molti problemi che ha la nostra categoria.